Dal Comitato Regionale Lombardo



Carissimi Atleti, Maestri, Tecnici, Dirigenti,

ci apprestiamo alle elezioni per i Grandi Elettori e a quelle per il rinnovo delle cariche in seno al Comitato Regionale della FIS. In questo contesto vengo a voi per fare il punto su quanto fatto nell'ultimo quadriennio dal Comitato, un quadriennio che in diverse occasioni è stato da più parti definito innovativo e ambizioso come spero possa essere anche il prossimo.


Tra il 2016 e il 2020 il numero delle Società affiliate sul territorio lombardo ha visto un incremento rilevante, arrivando al numero attuale di 46. Quando abbiamo iniziato il mandato, nel 2016, gli affiliati lombardi erano 2111, al termine della scorsa stagione erano diventati 4143, con un incremento di poco inferiore al 96%. Le gare GPG sono passate da 420 a 650 partecipanti, quelle di Coppa Italia regionale da 360 a 500, le Prove di Qualificazione Regionale di Spada da 230 a 320. Sono numeri importanti che hanno tenuto bene anche nell'ultimo sventurato anno, in cui l'emergenza Covid ha limitato fortemente l'attività sportiva e in cui la Lombardia è stata la regione italiana che ha subito il minore decremento di tesserati.

Con la nostra amministrazione abbiamo cambiato le modalità di assegnazione, organizzazione e svolgimento delle gare, snellendo i processi e rendendoli più efficaci da subito introducendo novità come la valutazione preliminare del campo gara, una modalità che ha migliorato l'esperienza di organizzatori, partecipanti e accompagnatori. Sotto l'egida del CRL si svolgono ogni anno 11 gare ufficiali che coinvolgono tutte le società lombarde. A queste si aggiungono circa una dozzina di tornei privati. Se nel 2015/16 le gare si svolgevano all'interno di palestre scolastiche con un massimo di otto pedane, nei quattro anni successivi si sono fatti importanti investimenti, anche tramite la partecipazione a bandi regionali, che hanno portato all'ammodernamento dell'attrezzatura e alla riduzione dei tempi di gara. In quest'ultimo senso va intesa anche l'introduzione del sistema a gironi pre-compilati. Abbiamo altresì avviato l'esperienza con 4Fence che permette di seguire i risultati delle gare in tempo reale anche da casa, dotando di uno strumento particolarmente utile tutti i genitori che non possono recarsi sul luogo di gara. Se la Spada rimane di gran lunga l'arma più praticata in regione, grandi passi avanti sono stati fatti anche nella pratica di Fioretto e Sciabola, i cui tiratori sono stati inseriti all'interno del circuito di gare interregionali con Piemonte e Liguria. Sotto il profilo degli eventi, il fiore all'occhiello della nostra amministrazione sono stati certamente i Campionati Italiani Assoluti Sorgenia Milano 2018, organizzati a 40 anni dall'ultimo grande evento schermistico nel capoluogo lombardo, che hanno riscontrato un plebiscitario apprezzamento da parte degli atleti, dei tecnici e del numerosissimo pubblico. Il tutto reso possibile anche dai buoni rapporti con l'Amministrazione Comunale e Regionale. Come segno evidente del successo della manifestazione, nella stagione successiva la FIS ha assegnato per la prima volta alle nostre società l'organizzazione di ben quattro gare nazionali.

Ancora tanti altri sono stati gli eventi degni di nota nel quadriennio: Gardone di Riviera ha ospitato la Festa Nazionale della Scherma. Abbiamo portato la sede del CAF di fioretto in Lombardia, presso la Società Comense. Per quanto riguarda la Festa della Scherma Regionale abbiamo creato un evento ad hoc per premiare gli atleti Under 14, per dare risalto e la giusta attenzione ai ragazzi, ai maestri, alle società e ai genitori. Abbiamo avviato le gare promozionali per i bambini delle categorie pre-agonistiche (U10 e U8) che hanno visto la partecipazione di 150 piccoli atleti. Siamo stati accanto alle Società fornendo loro nuovi strumenti e aiuti, rinnovando e rafforzando, per esempio, la collaborazione fiscale con lo Studio Ceriani che mensilmente informa le Società delle novità in campo fiscale e previdenziale.

Abbiamo organizzato e svolto i Corsi annuali per Tecnici di 1° livello, in linea con i regolamenti federali e stretta collaborazione con gli Uffici centrali preposti, per gli Aspiranti Arbitri, Aspiranti Tecnici delle Armi e Corsi di Alto livello destinati ai Tecnici di 2° livello/Maestri. Non ci siamo fermati nemmeno durante il lockdown di marzo, quando le sale d'armi sono state chiuse per decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dando vita all'iniziativa Nostopfencing declinata attraverso una campagna social per coinvolgere tutti gli atleti di ogni età e categoria e la creazione di una Live Radio, una radio su Facebook con un palinsesto fatto di intrattenimento e approfondimenti quotidiani. Ma, ancora più importante, abbiamo fornito assistenza territoriale alle Società durante il periodo del lock down, con un’azione di informazione capillare, attraverso il sito, i social e il compimento di un progetto iniziato già nel 2014 con la creazione di un canale Telegram per poter raggiungere più facilmente casa per casa tutti gli schermitori lombardi, nonché con seminari e convegni specifici sulla ripresa post-Covid nei quali sono intervenuti professionisti di diverse materie.

Nel corso degli anni abbiamo dato vita a progetti scolastici approvati e inseriti nell’area formativa del MIUR, per aumentare la presenza nel mondo della scuola e tra i docenti. Abbiamo costruito una rete di promozione della scherma al di là dei confini della sua pratica, grazie agli accordi con le televisioni locali, alla costante presenza sui media regionali, a iniziative come la trasmissione via streaming delle finali della Coppa Italia Regionale svolta a Mantova nel 2019 sul canale Youtube federale.

Questo è il passato costruito con un gruppo coeso e operoso, rinnovato e arricchito nel prossimo quadriennio di alcuni suoi componenti, fatto di persone che vivono di scherma conoscendone ed interpretandone le problematiche da più punti di vista e che hanno messo la propria passione e professionalità al servizio del movimento schermistico lombardo. Lo spirito di condivisione maturato in questi anni con le Società, gli organi centrali federali, le Istituzioni e tutte le realtà territoriali ci servirà da trampolino per continuare e migliorare i risultati sin qui raggiunti, introducendo nuovi elementi di promozione e di formazione a tutti livelli. Usare l’esperienza dei CAF come momenti di aggiornamento per arbitri sotto la tutela del tutor; veicolare l’esperienza dei CUS per promuovere e sviluppare progetti che coinvolgano gli studenti universitari; procedere alla nomina di un referente all’interno del CRL che curi e sviluppi il settore paralimpico e di uno che curi e sviluppi i rapporti con il MIUR. Nuovi e sempre in linea con le più moderne tecnologie e strategie saranno anche gli strumenti di comunicazione, per i quali la Lombardia è stata scelta per ricoprire un ruolo guida nell’ambito dei progetti federali nell’area dell’informazione.


Il periodo della ripresa post pandemia, con le difficoltà che comporterà per le piccole e grandi Società cui questo Comitato rinnoverà la vicinanza di sempre, richiederà anche una progettualità fluida e flessibile per permettere a uno dei calendari gare più densi tra tutti quelli della scherma italiana di rinnovarsi, attingendo all’esperienza maturata negli anni e guardando al presente come a un futuro possibile. Sono questi solo alcuni dei progetti e delle nuove sfide che abbiamo in animo per il prossimo quadriennio, che contiamo di poter vivere ancora insieme, dando tutto il nostro impegno per la scherma lombarda nel segno di una continuità aperta al rinnovamento, stimolo costruttivo e funzionale a migliorarci sotto tutti gli aspetti conservando il ruolo di ascolto e di guida che un Organo federale territoriale deve saper alternativamente ricoprire.


Cordiali saluti


Comitato Regionale Lombardo

Archivio
Seguici
  • Facebook Basic Square